Cosa fare a Koh Kood: le 10 migliori attività

Questa timida isola siamese cela un numerosa serie di sorprese tutte da scoprire! Seconda per dimensioni nell’arcipelago di Mu Koh Chang, questa gemma di autentica bellezza esotica va esplorata prima che venga travolta dal turismo di massa, e di seguito potrete trovare il modo giusto per farlo! Ecco qui tutte le attività e le cose che potete fare a Koh Kood.

Noleggiate un motorino

E’ assolutamente indispensabile per potersi godere l’isola, ed ogni resort sarà lieto di offrirvi tale servizio o di procurarvelo indirettamente.
Noleggiando uno scooter avrete la possibilità di girare in modo divertente (e poco costoso) Koh Kood senza limiti di orario e di organizzazione, in quanto usufruire dei ”taxi” è molto limitante dato che è necessario rispettare i programmi stabiliti con i tassisti.
Inoltre, se questo può tranquillizzarvi, la polizia dell’isola non controlla il possesso di patente internazionale, ma potrebbe fermarvi per invitarvi ad indossare il casco di sicurezza se verrete avvistati senza (nonostante non lo metta nessuno dei locali).

NOTA BENE:
Una cosa che NESSUNO VI DICE nei siti di viaggi o nei blog è che I MOTORINI in Thailandia NON SONO ASSICURATI.
È davvero davvero necessario garantirsi i servizi di un'agenzia che, nello sfortunato caso, si occupi al posto vostro di contattare centralinisti thailandesi, polizia, organi sanitari ed entità burocratiche varie.

Esplorate le spiagge

Non limitatevi a quella del vostro resort. Gli altri hanno tutti un piccolo parcheggio dove potrete lasciare il vostro mezzo gratuitamente durante la permanenza sulla sabbia
Vi consigliamo prima di tutte BangBao Beach, in quanto soddisfa tutti i gusti. Segnaliamo anche Khlong Chao Beach, Ao Phrao Beach e Ao Noi Beach.

Provate il Kayak

Presso quasi ogni resort affacciato sul mare troverete disponibili dei kayak, lunghe canoe da una o due persone che vi permetteranno di cimentarvi in una nuova esperienza dall’aroma di avventura.
In caso quest’attività susciti in voi grande interesse vi conviene cercare con ancora più attenzione il residence presso cui prenotare, perchè alcuni vi cederanno le imbarcazioni gratis! (Tra questi segnaliamo il Sunshine Resort, sull’estesa Ao Phrao Beach)
In caso non abbiate tale fortuna, non mancherà comunque la possibilità di noleggiarli praticamente in tutte le altre spiagge per una somma di 60-80 Bath l’ora.
Il momento migliore per questo genere di attività ovviamente rimane il tramonto, quando sulla costa occidentale è possibile ammirare il sole calarsi con eleganza nel mare siamese.

Cascate di Khlong Yai Kee

Questo angolo di paradiso è molto meno frequentato delle ”sorelle maggiori” di Khlong Chao, ma vi permetterà allo stesso modo di vivere l’esperienza di una vita facendo un tuffo in uno specchio d’acqua nella giunla, potendocisi sentire un pò come gli esploratori nei film avventurosi.
Questo non vi basta? ..ingresso gratuito.

Cascate di Khlong Chao

Queste sono le cascate più famose dell’isola, e non c’è da stupirsi dato lo scenario da favola che si presenta quando si arriva. Come a Khlong Yai Kee basterà immergere i piedi in acqua per approfittare dei servigi degli sfacciati pesci-pedicure, ma è possibile fare qualche tuffo in solitaria pace o senza troppa gente intorno solo se si arriva in prima mattinata.

ATTENZIONE! Dopo aver parcheggiato il mezzo nel parcheggio gratuito e ben segnalato, potreste intraprendere il sentierino e ritrovarvi letteralmente davanti ad un tizietto seduto ad un tavolo nel bel mezzo della foresta che vi inviterà a pagare una piccola somma per poter proseguire..
Pedaggio abusivo per scroccare fondi ai turisti? Probabile.. Ma chi vuole avere rogne in vacanza? Sicuramente tutti gli danno quei 20-40 bath che chiede…

Villaggi dei pescatori, Ban Ao Salat e Ban Ao Yai

Un altra cosa da fare a Koh Kood è una visita immezzo agli abitanti locali che portano avanti la loro giornata quotidiana. Potrebbe farvi sentire un pochino in soggezione mentre starete lì come dei tonni a guardarli che lavorano e preparano le barche per la pesca, ma ne vale assolutamente la pena. Questo vi permetterà di farvi un’idea di come vive la gente dell’isola.. esperienza molto introspettiva.
Inoltre i villaggi ospitano dei ristorantini Seafood con prezzi segnalabilmente sopra alla media ma più che giustificati alla fine. A Ban Ao Salat andate a vedere da vicino il Buddha gigante, e non perdete l’occasione per salire sulla sfarzosa torre poco distante. Vi regalerà una vista mozzafiato!

CONSIGLIO!
Segnaliamo, a Ban Ao Yai, il ristorante con l’enorme scritta SEAFOOD sul tetto di tegole. Ottimo rapporto qualità-prezzo!

Vita Notturna

Non esiste una vera e propria vita notturna a Koh Kood, quindi la sera consigliamo di andare a mangiare tardi per poi dirigersi ad uno dei bar con musica dal vivo.
Il più accogliente è decisamente il Fisherman Hut. Questo, che una volta era un semplice ristorantino, ha aperto un secondo locale davanti alla strada che porta a Bang Bao Bay dove suonano TUTTE le sere offrendo anche la possibilità di fare Jam Session. Qui più che in altri locali abbiamo avvertito un’atmosfera accogliente e familiare.

Trekking nella natura

Koh Kood vanta una foresta fenomenale ricca di fauna e varia di vegetazione. Con un pizzico di fortuna incontrerete le timide scimmie che abitano l’isola e avrete la possibilità di respirare un’aria tutta diversa. I due itinerari introterreni più ”gettonati” sono quelli per gli alberi secolari, maestosi giganti dal significato sacro per gli abitanti dell’isola, o quello da Khao Rearub, un luogo storico bellico di significativa importanza.

Fare Snorkeling

Un’altra attività molto gettonata è quella dello snorkeling o delle immersioni presso le varie organizzazioni presenti nell’isola. A parere nostro però non vale la pena spendere soldi per questo, per due motivi:

  • Informandoci abbiamo appreso che le circostanze dell’arcipelago offrono una varietà marina di specie incredibile, ma non all’altezza delle aspettative della media dei viaggiatori abituati a vedere immagini fantascientifiche. Abbiamo letto di un esperto in materia che lo definisce come ”sciare in collina”.
  • Munendovi di una maschera da snorkeling potrete arrangiarvi gratuitamente ed esplorare i fondali frontestanti alle spiagge, anche se in effetti non sono molti quelli che si prestano bene all’attività. A parer nostro le migliori spiagge per lo snorkeling sono Bang Bao Beach (la parte nord), Ao Noi Beach e Ao Jak Beach.

Day Trip verso le altre isole

Vi sono numerose attività (anche numerosi resort) che vi proporranno delle gite giornaliere presso le altre isole dell’arcipelago. Non c’è bisogno di prenotare in quanto ci sono davvero tante opzioni tra cui scegliere e avrete la possibilità di constatare le differenze tra Koh Kood e isole più turistiche come Koh Chang.

RACCOMANDAZIONI

Consigliandovi di cuore questa destinazione vi elargiamo un paio di dritte che vi eviteranno qualche imprevisto durante il soggiorno:

  • considerate SERIAMENTE che, quando sarete lì, il caldo afoso smorzerà la voglia di fare almeno la metà delle attività che avevate pianificato, quindi prestate molta attenzione alla scelta del resort, e prenotate, se possibile, in uno con una bella spiaggia che non vi farà sentire il bisogno di allontanarvi per stare bene, prediligendo magari quelli che propongono attività o che vi cederanno gratuitamente i kayak
  • portatevi crema solare e spray antizanzare, si contano su una mano i negozietti che li vendono, e saranno probabilmente lontani dal vostro resort
  • prelevate prima di arrivare sull’isola, perchè abbiamo avvistato solo un bancomat pur avendola girata tutta in motorino, e potrebbe essere fuori servizio nel momento del vostro bisogno
  • indossate sempre il casco, e la notte fate attenzione ai cani che popolano la strada
  • Cerca le risorse per il viaggio prima di partire per l’isola.
  • non tentate di toccare le scimmie, non amano il contatto umano
  • se avete fobie compromettenti con insetti e lucertole considerate che non è davvero possibile noleggiare un bungalow a Koh Kood che non comprenda nel prezzo la compagnia di qualche abitante della foresta. I gechi sono ovunque.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like